L’Analisi tecnica e le strategie di trading sul Forex

La maggior parte dei trader che operano nel trading Forex, usano molte strategie e tecniche per identificare il momento giusto per entrare e uscire da una posizione e per capire i tempo per comprare o vendere valute. Strategie e tecniche sono in costante rinnovamento e miglioramento per escogitare nuovi metodi per capire i movimenti del mercato valutario. Oggi vi vogliamo parlare infatti, proprio di quelle strategie che i trader utilizzano frequentemente per le loro negoziazioni.

Analisi Fondamentale

Con l’analisi fondamentale, un trader studia gli indicatori fondamentali di un mercato per comprendere se una determinata valuta è sottovalutata o sopravvalutata e come il valore della valuta si sposti rispetto a un’altra. L’analisi fondamentale può essere un po complessa, numerosi elementi devono essere coinvolti, dati economici di un paese che possono determinare tendenze e investimenti futuri. Per l’analisi fondamentale un buon punto da cui partire è l’analisi degli afflussi e deflussi di valute di un’economia, che vengono pubblicati dalla banca centrale della nazione. Si può fare affidamento su i comunicati stampo e dati di un paese per avere un’idea delle tendenze valutarie future.

Analisi tecnica

Anche l’analisi tecnica come l’analisi fondamentale è una delle strategie di trading molto usate dai trader nel mercato valutario. L’analisi tecnica permette di studiare i comportamenti storici ma anche recenti delle tendenze dei prezzi delle valute su grafici. Alla base dell’analisi tecnica si crede che i movimenti del mercato siano determinati dall’offerta e dalla domanda e dalla psicologia del mercato di massa, che determinano limiti e intervalli dei prezzi delle valute per spostarsi verso l’alto o verso il basso. L’analisi tecnica ha una lunga lista di singoli metodi, che vengono utilizzati per comprendere le probabili tendenze valutarie. Molti trader utilizzano questa strategia perché ritengono che offre una base obiettiva, visiva e scientifica per identificare quando è meglio comprare o vendere valute.

Trading di tendenza

Il trading di tendenza, insieme alle altre strategia che abbiamo sopra descritto, è popolare tra i trader forex. Il trading di tendenza implica determinare una tendenza al rialzo o al ribasso in un dato movimento del prezzo della valuta e scegliere punti di entrata e di uscita di una negoziazione, questo in base al posizionamento del prezzo della valuta all’interno della tendenza e alla relativa forza della tendenza. I trader di tendenza usano molti strumenti per valutare le tendenze, come per esempio le medie mobili, indicatori di forza relativa, misurazioni del volume, indici direzionali, stocastici ecc.

  • Trading di posizione

Il trading di posizione è una strategia che utilizzano spesso i trader a lungo termine, può durare settimane, mesi o anni. I trader di posizione basano la loro strategia su tendenza macroeconomica a lungo termine di diverse economie. I trader che utilizzano il trading su posizione fanno affidamento su analisi fondamentale insieme a indicatori tecnici per determinare i livelli di entrata e di uscita.

Strategia del day trading forex

Il day trading è quando un trader apre e chiude una posizione in un determinato mercato in un’unica sessione. Il day trading offre diversi vantaggi per i trader. Il rischio è limitato, questo perché è una strategia a breve termine dunque non richiede di mantenere una posizione aperta sul mercato a lungo termine. Il flusso di cassa è regolare, il trading giornaliero consente di avere un flusso di cassa regolare, i profitti vengono fatti più rapidamente rispetto alle strategie di investimento tradizionali.

Contratto per differenza (CFD)

I prodotti con contratto per differenza (CFD) sono derivati finanziari che offre ad un trader di accedere ai principali mercati globali. Un CFD è un contratto tra il trader e il broker per scambiare la differenza di prezzo di un prodotto dal momento in cui viene aperto fino alla sua chiusura.

I CFD permettono ai trader di avere un guadagno dai movimenti di prezzo di un’attività sottostante, senza assumere effettivamente la proprietà. I CFD sono dei prodotti OTC, questo perchè le negoziazioni sono fuori dagli scambi standardizzati.

I vantaggi che si hanno con il trading CFD sono molti, i principali sono:

  • Leva finanziaria, che aumenta il potere d’acquisto dei trader, permette di aprire posizioni con un capitale minimo. Con una leva disponibile fino a 1:30, questi strumenti presentano requisiti di margine limitati.
  • I CFD sono flessibili, cosa vuol dire che un trader può aprire sia posizione lunghe (acquisto) o posizioni corte (vendita) sul mercato, questo permette di avere un guadagno dall’aumento o dalla diminuzione dei prezzi di un’attività.
  • Gli strumenti con cui puoi operare sono molti, azioni, indici, valute, materie prime ecc. I CFD a costi bassi per un trader sono limitati a spread bid/ask, e sono privi di commissioni di manutenzioni .
  • I trader hanno a disposizioni una vasta scelta di strategie tra cui scegliere per negoziare nel migliori dei modi. Possono usare una strategia particolare esclusivamente, mentre altri possono utilizzare una varietà o versioni delle strategie che abbiamo indicato.