Le principali differenze tra investimenti titoli e CFD

Se hai investito nel mercato azionario o hai dei conoscenti che lo fanno, sicuramente avrai sentito parlare dei Contratti per Differenza (CFD).

Probabilmente hai anche sentito che questo prodotto finanziario sono molto sfruttati, questo vuol dire che si può potenzialmente ottenere un maggior guadagno proporzionale alla quantità di soldi che si è versato.

Per questo motivo, molte persone con un capitale di investimento basso, utilizzano i CFD, attratti dalla possibilità di enormi profitti. Anche con i CFD ci sono dei rischi, è vero che ci sono molte probabilità di profitto ma al contrario anche molte probabilità di perdite.

Quindi è meglio investire in titoli azionari? Per conoscere la risposta è importante capire le differenze chiave tra CFD e titoli azionari. Questo ti da modo di scegliere se i CFD sono adatti a te.

CFD vs Titoli azionari

Quando si investe sui titoli azionari direttamente, si acquista e vende una piccola proprietà di un’azienda che è quotata presso la borsa valori a determinati prezzi dal mercato. Se fai una buona scelta si ha la probabilità di vendere le azioni al prezzo più alto di quello per cui le hai acquistate. La condizione è vendere a momento giusto, potresti anche avere un profitto, questo a seconda delle azioni acquistate, attraverso i dividendi.

Quando invece operi attraverso il trading CFD, non si acquistano e non si vendono quote di un’azienda. Ma stipuli un contratto con un broker di CFD per scambiare la differenza nel valore di un CFD che deriva dal prezzo di un’azione, ma anche di una valuta di un indice ecc. Quindi non si possiede mai il bene che stai scambiando, ma scambi semplicemente un contratto tra te e il tuo broker per pagare o ricevere una differenza di prezzo.

Acquistando un titolo azionario senza la leva, i soldi che versi è esattamente quello che ottieni in azioni. Quindi se investiti 2000€ in titoli azionari con un prezzo delle quote azionarie a 2€, avrai 1000 azioni quindi 2000€ di tale azioni.

Invece quando acquisti un CFD, devi sono versare una frazione di questo valore, ma si possono avere profitti o perdite come se avessi acquisto l’intero valore. Facciamo un esempio puoi acquistare 1000 CFD a 2€ ciascuno. Il valore complessivo di questo contratto sarebbe di 2000€, ma il broker di CFD richiede di solito il 5% di questo valore per aprire il contratto, quindi con solo 100€. L’importo di 100€ è chiamato margine. Il broker copre il resto del valore del CFD. Se il prezzo del bene del CFD aumenta del 10% cioè da 2€ a 2,20 si a un profitto di 200€, tuttavia se va diversamente si possono perdere.

Investendo direttamente con i titoli azionari puoi scegliere tra le azioni societarie di tutto il mondo. Allo stesso modo, anche con i CFD puoi negoziare su molti e diversi titoli azionari, ma anche indici, materie prime, coppie valutarie ecc di tutto il mondo.

Con i titoli azionari, tutti gli investitori investono a lungo termine e lascia che i loro titoli azionari crescano lentamente nel tempo. Nel trading CFD, molti soldi possono essere guadagnati e persi molto rapidamente, questo perchè vengono scambiati a breve termine.

Con le proprietà delle azioni, si ha la possibilità di ricevere dividendi annuali. I broker di CFD replicano i dividendi accreditando ai possessori di CFD in una posizione di acquisto (posizione lunga) con aggiustamenti dei dividendi.

Per ultimo il mercato azionario è estremamente regolamentato, i CFD un po meno. Pertanto, è importante per chi sceglie di operare con i CFD , ricercare attentamente il proprio broker e che sia regolamentato.

Tutti e due i metodi hanno pro e contro, tutti e due possono avere alti profitti come grandi perdite. Ora sta a te comprendere al meglio quale secondo te è il metodo migliore per investire i tuoi soldi.